Tornano i Maxi Incentivi a Spese dei Consumatori e del Paesaggio

on .

di Rosa Filippini

Ministero dello Sviluppo schizofrenico: con un decreto “spalma” gli incentivi già attribuiti al fine di ridurre le bollette, con un altro vorrebbe distribuirne di nuovi rialzando le bollette oltre ogni limite già stabilito.


Ci risiamo: sembra che anche questo governo non riesca a resistere al fascino della lobby eolica e si appresti a dare ancora altri soldi agli impianti di rinnovabili elettriche  a spese delle nostre bollette e del paesaggio italiano. E’ il viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, ad annunciare un provvedimento “tampone” per ridefinire il tetto di 5,8 miliardi di euro destinati dal decreto 6 luglio 2012 agli incentivi alle fonti rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico.

ITALIA NOSTRA: Presentato anche alla Camera il documento sottoscritto da ALTURA, AMICI DELLA TERRA,LIPU, AIW-ASS.NE WILDERNESS ITALIA, MOVIMENTO AZZURRO e MOUNTAIN WILDERNESS e già sottoposto al Senato

on .

Roma, 17 Settembre 2014

PARINI, Presidente Italia Nostra: “Per il futuro bisognerà evitare la grande speculazione e gli sprechi di denaro,a carico della bolletta di Famiglie e Imprese,  che i folli incentivi alle FER Elettriche intermittenti non programmabili hanno causato al nostro Paese attraverso un’attenta valutazione del costo\beneficio delle scelte di politica energetica. 

Integrare efficienza energetica e crescita

on .

Integrare efficienza energetica e crescita

Roma, 16 aprile 2014. Gli Amici della Terra Italia inviano al Governo e alle Commissioni parlamentari i propri emendamenti per il recepimento della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.  Fra le proposte, l’adozione di un nuovo obiettivo di riduzione dell’intensità energetica per coniugare ambiente, sviluppo e competitività del Paese.

Si discute in questi giorni, nelle commissioni competenti di Camera e Senato e della Conferenza Stato-Regioni, lo schema di Decreto legislativo predisposto dal Governo per il recepimento della Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica. Per gli Amici della Terra questa è l’occasione per dare davvero la priorità agli interventi per l’efficienza energetica nell’ambito delle politiche energetiche e ambientali dell’Italia. Finora, infatti, la Strategia Energetica Nazionale ha riconosciuto solo a parole un ruolo prioritario all’efficienza energetica mentre il quadro degli obiettivi e degli investimenti è rimasto contraddittorio e gravemente sbilanciato in favore delle sole fonti rinnovabili elettriche intermittenti o poco efficienti.